Regole di guida


Comportamento corretto in pista e fuori

Al Pistenclub non si scia contro gli altri, ma con gli altri. Per questo motivo è importante che tutti i partecipanti rispettino le nostre regole. Queste non servono solo per la sicurezza, ma garantiscono anche un processo regolare e quindi più tempo di riding per tutti i partecipanti.

Che si tratti di sorpassare altri partecipanti, di indossare obbligatoriamente il casco o di segnalare le bandiere: le regole di guida e le relative norme di sicurezza devono essere rispettate a tutti i costi. In tutti gli eventi, il Pistenclub si affida a personale qualificato per garantire il rispetto di queste regole.

In questo articolo abbiamo riassunto le informazioni più importanti per voi.

Partecipando ai nostri eventi, accettate le nostre regole di guida. Il mancato rispetto di queste regole può comportare un'ammonizione o l'esclusione dall'evento.

Conducente e passeggero

Casco obbligatorio

In tutte le giornate in pista del Pistenclub, senza eccezioni, il casco è obbligatorio per i piloti e i copiloti non appena e finché il veicolo si muove nella corsia dei box e sulla pista. Si consiglia un casco da motorsport conforme alle attuali norme FIA, ma è consentito anche un casco da moto integro.

Nei veicoli aperti, il conducente e il passeggero devono indossare il casco.

Nei veicoli aperti è obbligatorio l'uso di un casco integrale chiuso, mentre nei veicoli chiusi si può indossare anche un casco jet aperto.

Nastri per il conducente e il passeggero

Il vostro braccialetto di pilota, che riceverete alla fine del briefing, deve essere mostrato alla fine della corsia dei box ogni volta che guidate in pista. Lo stesso vale per i vostri copiloti. Il braccialetto deve essere fissato al polso in modo tale da non poter essere rimosso senza distruggerlo. Il passaggio del braccialetto di un pilota o di un copilota comporterà l'immediata esclusione dall'evento.

Occupanti del veicolo

Sono ammesse al massimo due persone nel veicolo. Può partecipare chiunque sia in possesso di un'adeguata patente di guida o di una licenza di corsa valida. Per il gruppo di veicoli omologati, vale quanto segue: patente di guida. Per il gruppo di veicoli non omologati, vale quanto segue: patente di guida o licenza di corsa valida.

Abbigliamento

Su tutti i circuiti in Italia e in Francia, l'abbigliamento ignifugo (tuta, guanti e scarpe) è obbligatorio per tutti i partecipanti con veicoli non omologati.

Regole di guida

Generale

Nota importante sui nostri trackday e sul tema delle norme di guida:

  • Le nostre giornate in pista NON sono finalizzate al raggiungimento di velocità massime, ma al miglioramento delle vostre capacità personali.
  • Questo include anche la pratica e l'esercizio di un'interazione sicura e collegiale. Questo include la gestione sicura di situazioni di sorpasso di piloti più veloci e più lenti.
  • Non si tratta di regolamenti di guida della FIA o del DMSB.
  • Si tratta del regolamento di guida del Pistenclub per i nostri trackdays/allenamenti di guida.
  • Perciò vi preghiamo di leggere bene e di capire le differenze.
  • Ci può essere molto denaro in ballo.
  • Non c'è esonero di responsabilità tra gli uni e gli altri. La persona che ha causato l'incidente è responsabile/paga non solo per il suo danno, ma anche per il danno della parte lesa e per quello alla pista.
  • Le nostre regole di guida mirano a raggiungere la massima sicurezza per tutti i partecipanti.
  • Norme diverse si applicano in occasione di eventi di gara o di test drive, dove l'obiettivo è quello di ottenere le massime prestazioni.

Corsia dei box

  • Limite di velocità nella corsia dei box: 60 km/h (a meno che non sia specificato diversamente in loco).
  • Le svolte (guida contro il senso di marcia) e le inversioni di marcia nella corsia dei box sono severamente vietate.

Uscita dalla corsia dei box

  • L'accesso alla pista è consentito SOLO attraverso l'USCITA dalla corsia dei box.
  • La linea bianca dopo l'uscita della corsia dei box è nella maggior parte dei casi molto lunga e non deve essere attraversata, nemmeno sfiorata, dai concorrenti che escono dalla corsia dei box. L'ideale sarebbe lasciare spazio sufficiente alla linea bianca e guidare al massimo al centro. L'ingresso in pista comporta un rischio non indifferente. La linea bianca può essere oltrepassata dai partecipanti che stanno già guidando sulla pista in quanto tale, e in molti circuiti la linea ideale passa "sopra" la linea bianca (ad esempio al Nürburgring) o la supera di poco (ad esempio a Hockenheim).
  • Quindi: non superate la linea bianca e anche dopo la fine della linea bianca fate attenzione a non mettere in pericolo voi stessi o gli altri partecipanti. Quindi siate molto attenti, usate gli specchietti molto presto e in modo duraturo, e "entrate nel traffico" con attenzione per evitare una collisione.
  • Un pericolo particolare è rappresentato dal fatto che gli altri veicoli che percorrono un giro normale si troveranno a un certo punto parallelamente al veicolo che entra in pista e si troveranno nell'angolo cieco del veicolo in arrivo. La situazione è ancora più critica quando due concorrenti che si trovano in pista si sorpassano a vicenda in questa zona.
  • Quindi: massima prudenza quando si entra in pista.
  • Quando si è all'uscita della corsia dei box, accelerare con cautela e ricordarsi di non farlo troppo forte quando c'è ancora angolo di sterzata. Ma anche in seguito, quando si va in rettilineo, fare attenzione quando si accelera con le gomme fredde.

Ingresso in corsia box

  • L'uscita dalla pista può avvenire solo attraverso l'INGRESSO della corsia dei box.
  • L'uscita dalla pista comporta un rischio non trascurabile.
  • L'uscita dalla pista attraverso l'INGRESSO della corsia box deve essere segnalata con almeno un turno di anticipo mediante il lampeggio degli indicatori di direzione. Il veicolo può essere guidato solo sul bordo della corsia lato box fino a quando non ha lasciato la pista. In caso contrario, c'è un grande rischio di incomprensioni e un notevole rischio di incidenti.

Comportamento generale

  • Sull'intero tracciato, compresa la spalla dura, vige il divieto assoluto di fermarsi, tranne che per difetti tecnici.
  • Le inversioni di marcia (guida contro il senso di marcia) e la retromarcia sul percorso sono severamente vietate.
  • È indispensabile adattare la propria velocità alle condizioni della strada, della visibilità e delle condizioni atmosferiche, nonché alle proprie capacità personali e alle caratteristiche del veicolo.
  • Il primo giro di una sessione deve assolutamente essere un giro informativo.
  • Non guidare inutilmente piano, in modo erratico o in qualsiasi altro modo che possa essere considerato pericoloso.
  • Prendiamo in considerazione la reciproca considerazione!
  • Le competizioni a carattere agonistico sono espressamente vietate!
  • I veicoli di sicurezza e di soccorso (in movimento) sulla pista con il sistema di segnalazione acceso non possono essere sorpassati, se non diversamente indicato.
  • Se si rientra in pista dopo un giro nella ghiaia, rimanere prima a bordo pista per non spargere la ghiaia sulla linea di gara. Entrare nei box e rimuovere tutta la ghiaia dal veicolo. Solo a quel punto è consentito un ulteriore giro.

Comportamento in condizioni di pista bagnata

  • Si prega di prestare particolare attenzione in condizioni di pista bagnata.
  • Prestare attenzione anche ai punti in cui si ha maggiore aderenza.
  • Spesso ha senso guidare in linea con la pioggia.
  • Prestare attenzione anche ai cambi di pastiglie.
  • Il livello di aderenza differisce a volte in modo considerevole.
  • State lontani dai cordoli.
  • Accendi le luci anabbaglianti.

Comportamento in caso di perdita di risorse operative

  • Controlla il traffico posteriore.
  • Osservando il traffico retrostante, lasciate la linea ideale il più rapidamente possibile, utilizzando correttamente l'indicatore di direzione, e fermatevi in sicurezza.
  • Una volta fermi: accendete le luci di emergenza, sia che siate rimasti in panne sulla carreggiata o sulla corsia di emergenza.
  • Se possibile, utilizzate un parcheggio. Naturalmente, non fate mai un'inversione a U, ma passate davanti alla tasca di parcheggio e fate retromarcia. In questo caso molto particolare, la retromarcia breve va eccezionalmente bene. Se c'è un addetto allo sport, si prega di dargli istruzioni.
  • La sicurezza della pista invierà un veicolo di recupero. Sono severamente vietate le operazioni di traino o di recupero autogestite.

Comportamento in caso di: Il veicolo è ancora idoneo alla circolazione in caso di difetto tecnico o in seguito a un incidente:

  • Controllare il traffico posteriore.
  • Osservando il traffico retrostante, abbandonare la linea di corsa il più rapidamente possibile, utilizzando correttamente l'indicatore di direzione, e fermarsi in modo sicuro.
  • Una volta fermi: accendete le luci di emergenza, sia che siate rimasti in panne sulla carreggiata o sulla corsia di emergenza.
  • Se possibile, utilizzate un parcheggio. Naturalmente, non fate mai un'inversione a U, ma passate davanti alla tasca di parcheggio e fate retromarcia. In questo caso molto particolare, la retromarcia breve va eccezionalmente bene. Se c'è un addetto allo sport, istruitelo.
  • La sicurezza della pista invierà un veicolo di recupero. Sono severamente vietate le operazioni di traino o di recupero autogestite.

Comportamento in caso di incidente grave: il veicolo non è più manovrabile

  • Tenere la cintura di sicurezza allacciata, controllare il traffico posteriore e, a seconda delle proprie condizioni personali e della situazione generale (dove mi sono fermato? Quanto è grande il rischio da parte dei veicoli che seguono se scendo ora dall'auto? ecc.), decido se rimanere seduto con la cintura di sicurezza allacciata o se scendere e cercare un posto sicuro dietro le barriere d'urto il più rapidamente possibile.
  • Se non si può lasciare il veicolo senza rischi per mettersi al sicuro dietro una barriera d'urto, spesso si sta relativamente bene nel veicolo anche se si indossa la cintura di sicurezza. Infatti, se ci si ferma sulla pista senza poter effettuare manovre, viene emesso un segnale con una bandiera appropriata e viene inviato un veicolo di recupero.
  • La sicurezza della pista invia un veicolo di recupero. Le operazioni di traino o recupero auto-organizzate sono severamente vietate.

Regole sul sorpasso

Non c'è esonero di responsabilità reciproca. La persona che ha causato l'incidente è responsabile/paga non solo per il suo danno, ma anche per il danno della parte lesa e per quello alla pista.

Così è rapidamente molto, molto costoso, soprattutto se l'assicurazione non paga o non c'è, come nel caso dei veicoli non immatricolati. E nessuna assicurazione casco per i veicoli non omologati o per i veicoli da corsa sarà d'aiuto in questo caso.

I danni alla parte lesa e i danni alla pista non saranno pagati in nessun caso da un'eventuale assicurazione sullo scafo.

Sorpasso: consentito a destra e a sinistra.

Le seguenti regole devono essere rispettate:

  • Osservazione permanente (!!!) del traffico che precede, segue e segue. In modo permanente (!!!).
  • Se qualcuno corre, è quasi sempre perché è più veloce. Quindi la situazione deve essere risolta rapidamente in modo che entrambi possano tornare a guidare liberamente.

Come?

  1. Il più lento rimane sulla linea ideale.
  2. Lui si mette in luce (ad esempio a Hockenheim sul rettilineo di partenza-arrivo a sinistra) in anticipo rispetto al lato in cui rimane, oppure si mette in luce verso il lato in cui sta andando (ad esempio dopo l'ingresso del Motodrom a destra, perché lì c'è la linea ideale per il punto di frenata della Sachskurve). Questo permette al pilota più veloce di sorpassare all'interno prima della curva successiva. Affinché il sorpasso avvenga prima della curva, è logico che il pilota più lento segnali in anticipo. In questo modo, il ciclista più veloce riconosce l'intenzione del ciclista più lento e può agire di conseguenza. Il processo di sorpasso viene così abbreviato.
  3. Se necessario, è meglio che il motociclista più lento assecondi questo comportamento, non frenando più tardi di quanto potrebbe, ma "surfando" fino al punto di frenata. Anche questo accorcia il processo di sorpasso, proprio come il corretto lampeggio delle luci.

Il sorpasso deve essere completato prima della curva. Idealmente, molto prima della curva. In particolare: il conducente in fase di sorpasso deve aver superato la parte anteriore del veicolo sorpassato con la propria parte posteriore nel punto in cui il conducente sorpassato ha il suo punto di svolta (cioè il processo di sorpasso deve essere stato completato)

Il punto è che il veicolo in fase di sorpasso deve essere chiaramente visibile per il sorpassato, in modo che questi non vi sterzi contro

Ricordate che in questo caso la persona che sorpassa è in difetto e deve rispondere non solo dei suoi danni, ma anche di quelli dell'altra persona e della pista.

L'unica eccezione è se il pilota più lento segnala con un chiaro segnale lampeggiante che vuole essere sorpassato, ad esempio all'interno, mentre sta ancora girando o curvando. Se in un secondo momento, nel caso in cui il motociclista si sia girato, non potete dimostrarlo con le immagini della vostra telecamera, avete ancora un problema. Pensate quindi se volete sorpassare o meno.

In sintesi:

  1. Il più lento rimane sulla linea ideale.
  2. Il più lento segnala in anticipo.
    • Chi segnala a sinistra rimane sulla sinistra o guida a sinistra.
    • Chi segnala a destra resta a destra o guida verso destra.
  3. Chi è più lento toglie la velocità.
  • Il sorpasso può essere fatto anche senza segnalare, ma aiuta immensamente.
  • Il sorpasso con 3 auto affiancate di solito non va bene. Quindi evitate di farlo!
  • Tenete presente che la persona che sorpassa può mettere in pericolo se stessa e la persona sorpassata se guida davanti al veicolo dopo il sorpasso. In quasi tutti i casi, è meglio che il sorpassatore mantenga la sua linea di marcia (la sua "corsia") dopo il sorpasso, freni su questa linea e svolti anche da lì.
  • La massima è che il pilota più lento non si allontani dalla sua linea e si assicuri così di non superare la linea ideale. Rimane sulla linea ideale. Se decide di voler essere sorpassato all'ingresso in curva o dopo, gira al massimo un po' più tardi o percorre una linea leggermente più larga. Ma anche in questo caso non supera la linea ideale. In quasi tutti i casi, il pilota più veloce lo supera all'interno. Raccomandiamo tuttavia che il pilota più veloce non faccia segno al pilota più lento di superarlo al momento della svolta o successivamente. Se il pilota più lento non segnala, il sorpasso deve essere completato prima della svolta, altrimenti deve essere interrotto.
  • Guidando il pilota più lento sulla linea ideale, quasi tutte le manovre di sorpasso si svolgono in modo tale che il pilota più veloce possa sorpassare all'interno sulla strada della curva successiva e tutto è semplice e gestibile.

Ci sono solo 2 eccezioni, ma anche lì la massima è che il pilota più lento guida sulla linea ideale:

Curve lunghissime di molte centinaia di metri (ad esempio Parabolika / Hockenheimring):

In questo caso la linea di corsa è all'interno. Pertanto, i piloti più veloci sorpassano all'esterno. Mentre l'esterno diventa comunque interno nel corso della Parabolika e prima del tornante.

La linea ideale qui è all'interno.

Una curva a destra è seguita da una curva a sinistra o viceversa:

Quindi, la traiettoria ideale per il veicolo che precede va dal punto di deviazione della curva a destra sul lato sinistro della pista al punto di frenata della curva a sinistra sul lato destro della pista. Il veicolo più lento percorrerà quindi il rettilineo tra le due curve, dal lato sinistro della pista al lato destro della pista. Questa è la sua linea ideale. Qui, il veicolo più veloce aspetterà che quello più lento si sia sistemato.

In questa manovra, il ciclista più lento idealmente segnala in anticipo, continua sulla linea ideale, cioè verso destra, e supporta la manovra di sorpasso andando solo così veloce da rendere il processo di sorpasso facile e veloce.

"Analogo ma inverso" quando una curva a sinistra è seguita da una curva a destra:

Lasciate che il più lento guidi sulla linea ideale e aspettate che lui, guidando su di essa, abbia cambiato lato della pista.

Il nocciolo di questa regola è che lasciate che il più lento guidi sulla linea ideale e aspettate di sorpassare sul rettilineo e prima della curva successiva sul lato interno.

Il rischio di collisione, se l'auto che sopraggiunge non lascia che quella più lenta cambi lato della pista, è che quella più lenta vada a sbattere contro quella in fase di sorpasso, mentre quest'ultima cerca di sorpassare sul lato in cui quella più lenta - seguendo la linea di gara - vuole andare.

Auto di grande potenza con piloti che hanno ancora del potenziale ;-)

Le regole di guida del club delle piste dicono chiaramente: Se qualcuno si incaglia, la situazione deve essere risolta rapidamente in modo che ENTRAMBI possano tornare a guidare liberamente.

L'auto che precede (anche se ha 400 CV in più!!!) può andare dritta quanto vuole, l'auto che precede sarà lasciata passare alla prima occasione, idealmente quando va dritta prima della prossima curva, come descritto qui in dettaglio. Accelerate moderatamente solo se qualcuno vi ha tamponato. E NON accelerare normalmente, perché in questo caso i problemi sono pre-programmati.

Riepilogo:

  • Il più lento rimane sulla linea ideale.
  • Chi è più lento segnala in anticipo.
  • Chi segnala a sinistra rimane a sinistra o guida a sinistra.
  • Chi segnala a destra resta a destra o guida a destra.
  • Chi è più lento toglie velocità.

Segnali delle bandiere

Per poter fornire informazioni importanti durante la corsa, come la fine del tempo di guida, un veicolo danneggiato sulla pista o una possibile perdita di aderenza dovuta alla contaminazione della pista, ci sono commissari sportivi con bandiere colorate intorno alla pista. Il club delle piste si orienterà sui segnali delle bandiere che sono comuni anche negli sport motoristici. Tutti i segnali delle bandiere saranno spiegati nell'e-learning. Saranno spiegati anche nel briefing per i piloti il giorno dell'evento o verrà consegnata una stampa con la spiegazione dei segnali delle bandiere.

Segnali di bandiera da stampare

 Avete domande? Siamo felici di aiutarvi!

Scriveteci

  • Johannes-Cleven-Str. 3
    DE-41334 Nettetal

Chiamateci

  • Lunedì - Venerdì

    09:00 - 17:00

Seguiteci

© 2023 Pistenclub e.V.